Top & Flop 2021: chi vende davvero e chi vendicchia

Share

Top & Flop 2021. La boa di metà anno offre già risultati significativi, per trarre un bilancio di chi le elettriche le vende davvero e chi invece fa numeri marginali.
Top & Flop 2021: alti e bassi in casa Volkswagen

Premessa: Tesla fa corsa a parte. Tra Model 3 e Model Y ha consegnato quasi 200 mila vetture nel primo semestre (199.360 per la precisione). Per ora nell’elettrico  è irraggiungibile per i marchi storici dell’auto e la cosa interessante è vedere con che velocità questi ultimi recuperano terreno nel nuovo mercato. Partiamo dal colosso Volkswagen, che presenta un bilancio a due facce. Va bene il Suv ID.4 che, nonostante sia arrivato ad anno già iniziato, supera già la ID.3. ID.3 che doveva raccogliere l’eredità della Golf, ma è stata azzoppata da diversi problemi, che ne hanno prima ritardato il lancio e ne hanno poi offuscato l’immagine di affidabilità. Con noie legate in genere al software. Fatto sta che al momento non si può dire che sia un successo, con 31.177 immatricolazioni contro le 37.292 della ID.4. Sarebbe un grande successo, invece, la piccola e-Up, se la VW si decidesse a produrla. Invece ne fabbrica un quanto basta a malapena per il mercato tedesco, dove ne ha piazzate 17.890. Discreta infine la performance di Audi, con 25.794 e-tron, numero che include la versione Sportback.
Top & Flop 2021: bene la Porsche, stenta la Mini
Il grafico pubblicato da Volkswagen per documentare l’aumento di vendirte di EV nel 1°semestre.Ma il successo più clamoroso, in casa Volkswagen, è dato sicuramente dalla Porsche: di Taycan ne sono state vendute quasi 20 mila (19.822, per la precisione). Stiamo parlando di un’auto che ha un range di prezzo che va da 89 a 194 mila euro e a Stoccarda sono convinti di poterne vendere 50 mila all’anno. Non male. Ancora non decollano, invece, le vendite in casa BMW. La Mini ha venduto solo 13.454 pezzi della sua elettrica, la Cooper SE, pagando la scelta di una batteria (e di un’autonomia)
La Mercedes EQAtroppo piccola. In tutto il gruppo di Monaco ha immatricolato 36.089 veicoli elettrici, ma non abbiamo il dettaglio modello per modello. Non sono tanti, pesa l’invecchiamento della i3 e l’arrivo troppo recente per incidere sulle vendite della nuova gamma, con la iX3 e la iX. Stesso discorso vale per la Mercedes, che in metà anno ha venduto 19 mila pezzi, tra EQA, EQC e EQV. In realtà l’unico modello in grado di fare numeri, la EQA, è uscito da poco e il suo successo potrà essere valutato solo col secondo semestre.
La Fiat 500, prima tra le piccole EV in Europa.Nelle piccole la Fiat 500 batte Twingo e Smart
Scendendo di categoria (e dimensioni), non c’è dubbio che il 2021 si riveli piuttosto deludente per la Renault Zoe, che era stata leader in Europa (e in Italia) nel 2020. Una politica dei prezzi meno generosa, e una concorrenza sempre più affollata, hanno rallentato la corsa di una delle prime elettriche a fare numeri importanti. Tra le piccole, invece, la Fiat 500 può dirsi una vincente, battendo regolarmente su tutti i mercati la rivale più diretta, la Renault Twingo ZE. Non abbiamo il dato cumulativo dei sei mesi, ma, nonostante un prezzo decisamente alto, mese dopo mese il Cinquino è davanti. Anche in giugno, con 1.362 contro 1.130 immatricolazioni in Germania e 1.413 contro 961 in Francia. Secondo le nostre stime, in sei mesi la 500 dovrebbe avere raggiunto le 25 mila immatricolazioni, nonostante una rete di vendita europea non sempre all’altezza. Facendo meglio anche della Smart, ferma a 20.253 nel cumulato ForTwo+ForFour.
————————————————————————————————–
—  Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratuitamente alla newsletter e al canale YouTube  —
L’articolo Top & Flop 2021: chi vende davvero e chi vendicchia proviene da Vaielettrico.

Continua la lettura per

Top & Flop 2021: chi vende davvero e chi vendicchia

selezionato da Vaielettrico.it in data 21 July 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *