Enel X ai Comuni: volete le colonnine? Ecco i requisiti

Share

Enel X ai Comuni: volete le colonnine di ricarica nel vostro territorio? Ecco i requisiti. E per dare concretezza alla proposta, si cita un caso virtuoso: Viterbo.
Enel X ai Comuni: collaboriamo su questi 5 punti
L’ingegner Federico Caleno di Enel X Italia.I requisiti affinché un Comune possa rientrare con priorità nel piano di infrastrutturazione di Enel X sono:

la predisposizione di un Piano urbano della Mobilità organico, che preveda l’installazione di punti di ricarica presso siti istituzionali e strategici,

la celerità e snellezza amministrativa nella gestione delle procedure,

il coinvolgimento dei principali enti locali (Università, Tribunali, musei e altri poli di interesse). Adottando politiche di incentivazione (come ad esempio le agevolazioni per il parcheggio) per l’utilizzo dei veicoli a zero emissioni.

il rispetto dell’accessibilità alle infrastrutture

l’elettrificazione della flotta delle amministrazioni locali.

Spiega Federico Caleno, Responsabile mobilità elettrica di Enel X Italia. “Il piano prevede una copertura capillare in tutte le regioni italiane. Attraverso la creazione di infrastrutture di ricarica quick da 22kW, fast da 50kW fino alle ultrafast da 350kW”. 
Il sindaco  Giovanni ArenaL’esempio virtuoso di Viterbo: più sostenibile e anche più vivibile
Come si diceva, il Comune che prima degli altri si è meritato l’appellativo di “Comune virtuoso” è Viterbo.  Qui è stata effettuata, a tempo di record, l’installazione di 34 punti di ricarica previsti dal Protocollo di Intesa siglato tra Comune ed Enel X. Grazie alla collaborazione con le principali Istituzioni locali, Viterbo dispone oggi complessivamente di 42 punti di ricarica a uso pubblico di Enel X. Tutto ciò è stato possibile grazie alla collaborazione del Sindaco, Giovanni Arena e dell’Assessore ai Lavori Pubblici Laura Allegrini. Oltre che del Presidente del Tribunale, Maria Rosaria Covelli, del Rettore Stefano Ubertini con il orofessor Andrea Genovese. Un gioco di squadra che ha consentito l’installazione nei parcheggi degli uffici amministrativi, nelle sedi del Tribunale  e dell’Università della Tuscia. Il Comune laziale si è mosso per migliorare la qualità dell’aria, ma anche per rendere più fruibile la città: “Il tempo necessario alla ricarica potrà essere utilizzato per fare acquisti o godersi Viterbo a piedi”, spiega il Sindaco.
— Leggi anche: Pirelli con Enel X per le ricariche nei gommisti della rete Driver – E qui: tutto sulla app di Enel X, JuicePass
 
 
 
L’articolo Enel X ai Comuni: volete le colonnine? Ecco i requisiti proviene da Vaielettrico.

Continua la lettura per Enel X ai Comuni: volete le colonnine? Ecco i requisiti selezionato da Vaielettrico.it in data 11 June 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *