Toyota Mirai, la nuova Fuel Cell con 650 Km di autonomia arriva in Italia

Share

Toyota ha annunciato l’arrivo in Italia della nuova generazione della Mirai che era stata svelata verso la fine del 2020. La nuova Fuel Cell può essere già ordinata e nelle concessionarie arriverà nel corso del mese di marzo 2021. Un’auto tecnologicamente interessante come tutte le vetture ad idrogeno che, però, si scontra con il problema cronico della mancanza di una infrastruttura per il rifornimento. Vediamo di ricapitolare tutte le sue principali caratteristiche.
DESIGN ED INTERNI
La nuova Toyota Mirai misura 4.975 mm lunghezza x 1.885 mm larghezza x 1.470 altezza con un passo di 2.920 mm. Il bagagliaio dispone di una capacità di 321 litri. L’auto poggia sulla piattaforma GA-L che ha permesso di abbassare il baricentro e di migliorare la rigidità. Si tratta di elementi che hanno contribuito ad ottimizzare le doti dinamiche del veicolo. Grazie al posizionamento della pila combustibile sotto il pianale verso il vano anteriore e alla batteria e al motore elettrico posizionati nella parte posteriore, è stato raggiunto un bilanciamento del peso di 50:50.

La nuova generazione della Fuel Cell giapponese può contare su sospensioni multilink anteriori e posteriori, al posto del precedente sistema con schema MacPherson all’anteriore e barra di torsione posteriore. L’aerodinamica è stata affinata per permettere di migliorare l’efficienza e quindi consumi ed autonomia. Grazie alla nuova piattaforma è stato possibile riprogettare gli interni che offrono 5 comodi posti con uno spazio per le gambe migliorato per i passeggeri dei sedili posteriori. L’abitacolo è curato e troviamo una strumentazione digitale ed un sistema infotainment con schermo di ampie dimensioni.

Il miglior Galaxy del 2020? Samsung Galaxy S20 Plus, in offerta oggi da Tecnosell a 660 euro oppure da ePrice a 716 euro.
CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Continua la lettura per Toyota Mirai, la nuova Fuel Cell con 650 Km di autonomia arriva in Italia selezionato da HDmotori.it in data 4 March 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *