10 novità elettriche 2021: i prezzi calano, si fa sul serio

Share

10 novità elettriche 2021: si fa sul serio, arriva un’ondata di modelli (equesta è solo una selezione). E i prezzi dovrebbero cominciare a scendere, finalmente…
Tutti gli esperti sono d’accordo nel ritenere il 2021 l’Anno Uno dell’elettrico. Perché finalmente la gamma di auto tra cui scegliere sarà vastissima. E finalmente inizierà una vera concorrenza tra i costruttori, con l’inizio di una discesa dei prezzi dovuta anche alle maggiori economie di scala. Per chi fra sé e sé sta pensando “quest’anno l’auto non la cambio con tutto quel che è successo, ma magari l’anno prossimo…“, ecco un antipasto di quel che arriva.
10 novità elettriche 2021/ La Dacia low cost
A proposito di prezzi: la marca rumena del Gruppo Renault prepara la prima low-cost elettrica, fabbricata in Cina. Sarà una citycar a 5 posti, con linee da piccolo Suv. Ecco com’è stata presentata: “Leggera e compatta, la versione di serie di Dacia Spring, che sarà disponibile nel 2021, punta ad un’autonomia di circa 200 km (WLTP). Non sono stati diffusi dettagli tecnici, ma il range dichiarato di 200 km fa pensare a un pacco-batterie da 30-35 kWh. Non si parla nemmeno di prezzo, ma i media francesi ritengono che in coerenza con la tradizione low-cost di Dacia, il listino dovrebbe partire da una cifra ben al di sotto dei 20 mila euro. Scendendo ben al di sotto dei 15 mila con gli incentivi (qui altre info).
10 novità elettriche 2021: la Renault cala la Twingo Z.E.
Restiamo nella fascia più abbordabile del mercato e ancora nel Gruppo Renault. Il 2021 è l’anno della Twingo Z.E., versione elettrica della popolare citycar francese- Avrà un motore da 60 kW (82 cv), che eroga una coppia massima di 160 Nm. L’accelerazione è comunque divertente, dato che si passa da 0 a 50 km/h in soli 4 secondi. La velocità di punta arriva a 135 km/h, sufficiente per le (rare, si pensa) puntate in autostrada.
Ma è chiaro che il dato che interessa più da vicino è quello dell’autonomia. La batteria da 22 kWh, agli ioni di litio, è sviluppata in partnership con LG Chem e assicura un’autonomia complessiva di 180 km, secondo lo standard WLTP. La Renault fa notare che con questo range viaggi in città per una settimana senza ricaricare (qui altre info).
10 novità elettriche 2021 / La el-Born, elettrica sportiva
Cominciamo a salire un po’ di prezzo. Il 2021 è l’anno della Seat el-Born, il modello che prende il nome da uno dei quartieri più iconici di Barcellona. L’auto è stata mostrata per la prima volta più di un anno fa. Allora il comunicato ufficiale parlava di un pacco-batterie “ad alta densità energetica” montato esattamente al centro, con 62 kWh di capacità. Con autonomia dichiarata fino a 420 km, secondo lo standard WLTP (circa 350 reali)”.
Il rifornimento rapido avverrebbe in soli 47 minuti, grazie alla possibilità di sostenere ricariche fino a 100 kW di potenza. Quanto alle prestazioni, si parlava di un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 7,5 secondi, con un motore da 204 cavalli di potenza (150 kW). È evidente che la el-Born è un’auto dal piglio sportivo, in linea con la tradizione Seat, “progettata per la guida“. Le dimensioni sembrano quelle di una Golf, in linea con la VW ID.3. Ma è molto probabile che la vera gamma avrà versioni meno potenti e con batterie meno capaci (e con un prezzo minore, qui altre info).
Arriva anche la Skoda, con la nuovissima Enyaq
Non mancheranno i Suv, naturalmente. L’Enyaq sarà la seconda Skoda elettrica ad arrivare sul mercato, dopo la CITIGOe iV. Ma mentre la citycar è l’adattamento di un modello nato per i motori tradizionali, questo Suv è costruito sulla nuova piattaforma MEB del Gruppo Volkswagen. Enyaq iV 50 sarà la versione di accesso, con trazione dietro, batteria da 55 kWh (netti 52) e potenza di 109 kW. Autonomia fino a 340 km.
L’autonomia salirà a 390 km per la Enyaq iV 60, con potenza di 132 kW e batteria da 62 kWh (netta: 58 kWh). Enyaq iV 80 avrà una potenza di 150 kW e un’autonomia fino a 500 km nel ciclo WLTP grazie alla batteria da 82 kWh (netti 77 kWh). La stessa batteria equipaggierà le varianti a trazione integrale, la 80X e la vRS, con potenze rispettivamente di 195 kW e 225 kW. La più potente sarà in grado di passare da 0 a 100 km/h in 6,2 secondi e di raggiungere la velocità di 180 km/h, limitata elettronicamente. L’autonomia delle versioni 4×4 arriverà a circa 460 km.
La ID.4, il primo Suv Volkswagen della nuova era
È un mondo piccolo quello dell’elettrico: le foto del primo Suv della nuova generazione elettrica Volkswagen sono uscite di straforo addirittura dalla Cina. Non sarà un’auto economica: si parla di un motore da 204 CV, con velocità massima auto-limitata a 160 km/h. Le misure sono: 4.592 mm di lunghezza (10 cm più della Tiguan), 1.852 mm di larghezza e 1.629 mm di altezza, con un interasse di 2.765 mm. Anche la batteria fa pensare a un prezzo importante, superiore ai 50 mila euro: capacità di 82 kWh, con autonomia di circa 500 km. La base meccanica è la piattaforma MEB, la stessa della ID.3, di cui è appena uscito il listino italiano, riferito alla 1st Edition. La ID.4 monta un motore elettrico sull’asse posteriore, ma ovviamente è prevista anche la versione 4×4.
Nissan raddoppia: dopo la Leaf ecco l’Ariya
Altra marca, altro Suv. Qui siamo in casa Nissan, un pioniere nell’auto elettrica. L’Ariya rappresenta l’affinamento per la produzione di serie di un prototipo che fu presentato tre anni a Tokyo, l’IMx concept. È un crossover con doppio motore elettrico sui due assi, trazione integrale e una “powerful acceleration“. Oltre a un avanzatissimo sistema di guida autonoma. Le dimensioni sono importanti: l’Ariya sarà lungo 4 metri e 60 (solo 9 centimetri in mano dell’Alfa Romeo Stelvio), largo 1,92 e alta 1,63.  Con grandi cerchi da 21″. Grande attenzione anche ai colori: il rame, in particolare, identificherà in futuro i modelli elettrici della Casa nipponica.
Finalmente arriva la iX3, la BMW made in Cina
Il 2021 sarà anche l’anno, finalmente, di una nuova BMW elettrica, la iX3, fabbricato in Cina  (la pre-produzione è già iniziata). Avrà una potenza massima di 286 CV e 400 Nm di coppia.  Nonostante prestazioni ragguardevoli, il nuovo Suv elettrico della marca bavarese sfoggerà un consumo energetico da primato, forse addirittura inferiore ai 20 kWh /100 km (calcolati con lo standard WLTP). Questo consentirà, con una batteria da 74 kWh di capacità, di dichiarare un’autonomia di 440 chilometri. Grazie anche a linee più da crossover che da Suv, con un’altezza molto contenuta.
Tesla fa poker con il Model Y, ordinabile già ora
Tra le 10 novità elettriche 2021 non va dimenticata la Tesla. Nel 2021 porterà in Europa il Model Y, già in vendita negli Usa (con non poche lamentele sulla qualità dei primi esemplari consegnati). Anche il Model Y va oltre i 500 km di autonomia dichiarata, nella versione Long Range AWD, la prima ad essere messa in vendita. Le batterie sono le stesse del Model 3 (72,5 kWh di capacità netta),  ma l’autonomia è ovviamente inferiore, a causa del peso e della minore efficienza aerodinamica. Per la Long Range AWD (trazione integrale, lunga autonomia) il listino parla di 63.980 euro chiavi in mano (consegna tra un anno). Per la versione meno costosa, la Standard Range Plus (con un centinaio di km di range in meno) ci si può aspettare un prezzo inferiore di circa 10 mila euro. Ma non arriverà fino alla seconda parte dell’anno prossimo.
L’Audi fa il triplete con la Q4 e-tron, da 60 mila euro
Anche l’Audi comincia a scendere di prezzo, anche se restiamo sempre nell’ambito delle vetture elettriche premium. Dopo la e-tron, che è un Suv di dimensioni rilevanti, e la e-tron Sportback, la Casa tedesca ha pronto un terzo modello, l’Audi Q4 e-tron. Si parla di un prezzo di circa 60 mila euro, per un’auto dotata di doppio motore, trazione integrale e batteria da 82 kWh, con un’autonomia di circa 400 km. Anche la Q4 e-tron sarà basata sulla piattaforma MEB del Gruppo Volkswagen, esattamente come due modelli citati sopra, la Volkswagen ID.4 e la Skoda Eniyaq.
Un po’ d’Italia con la Maserati Gran Cabrio

Ci sarà anche un po’ d’Italia, tra le novità elettriche 2021. E porterà il nome della Maserati, che finalmente lancerà la nuova Gran Turismo a emissioni zero. Se ne sa ancora poco e pochissimo ha detto un breve video messo in rete dalla Casa modenese a inizio anno. Del che è certo è che la produzione avverrà  nello stabilimento torinese, ex Pininfarina, del marchio del Tridente. E sarà il secondo modello elettrico del Gruppo Fca, dopo la Nuova 500 presentata a marzo e in consegna da settembre.
 
 
 
 
L’articolo 10 novità elettriche 2021: i prezzi calano, si fa sul serio proviene da Vaielettrico.

Continua la lettura per 10 novità elettriche 2021: i prezzi calano, si fa sul serio selezionato da Vaielettrico.it in data 21 June 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *