Bonus da 4mila euro per l’acquisto di EV a Terni e Narni

Share

Bonus consistente nei Comuni umbri di Terni e Narni: offrono incentivo da 4mila euro per l’acquisto di veicoli elettrici e da 3mila euro per quelli ibridi benzina/elettrici. A disposizione 680 mila euro. Lodevole iniziativa visto che ci sono tante città e regioni latitanti sul tema.
Contributi ad elettriche ma anche a ibride e metano 
Peccato che i contributi siano destinati anche alle auto ibride. Come si legge nella stampa locale si riceve il bonus se si rottamano i veicoli inquinanti a benzina o diesel fino a euro 4. L’incentivo è destinato, oltre che alle elettriche, a motori ibridi elettrico-benzina, a metano o a gpl esclusivi e bifuel a benzina-metano o benzina-gpl. A Terni segnaliamo anche il via libera a cinquanta stazioni di ricarica.

Controllo del traffico a Narni
L’iniziativa per rendere più sostenibile il parco auto dei due Comuni è frutto dell’ accordo di programma per il miglioramento della qualità dell’aria. Un progetto ecologico che ha portato a riconoscere la “concessione di contributi per la rottamazione di veicoli a benzina o diesel” fino a euro 4 “ e “per il conseguente acquisto di veicoli a basso impatto ambientale”.
Ben 58 mila veicoli inquinanti in giro 
Troppi veicoli inquinanti. Nei due Comuni sono ben 58 mila i veicoli tra euro 0 ed euro 4. I primi sono ben 8.500. C’è tanto da fare per rinnovare un parco auto costituito da troppe auto di vecchia generazione e alimentazione.

Immagine del Festival Green Card
In Umbria l’attenzione alle auto elettriche viene confermata da Michele Biselli presidente dell’associazione regionale dei concessionari che in un’intervista al Corriere dell’Umbria sottolinea: “Nei mesi precedenti il lock down c’era stata una preferenza per le alimentazioni alternative, quali motori ibridi ed elettrici; ora l’attenzione si sposterà inevitabilmente sul fronte del risparmio economico”. Speriamo che la previsione sia sbagliata.
Bonus, ma anche piste ciclabili e velostazioni 
Sfogliando i comunicati stampa del Comune di Terni emerge una forte attenzione alla transizione elettrica con i permessi rilasciati già del 2015 per la circolazione delle auto elettriche nella zona a traffico limitato. Nel dibattito sulla fase II si lancia la ripartenza in sella come si legge nell’edizione locale del quotidiano Il Messaggero dove l’assessore ai lavori pubblici Benedetta Salvati lancia la “ città delle piste ciclabili”. Parole che si traducono nei cantieri e ben 4 velostazioni collocate in città.
Gli incentivi ai privati, l’interesse dei cittadini, piste ciclabili e velostazioni, i permessi di circolazione alle elettriche ed infine il potenziamento dell’infrastruttura. Come si legge nel sito comunale di Terni sono in arrivo ben 50 stazioni di ricarica.  “L’Amministrazione Comunale sta completando l’iter per l’assegnazione dell’installazione e gestione del primo lotto di cinquanta stazioni di ricarica”. L’’infrastruttura è necessaria secondo l’assessore Salvati: “Per agevolare chi investe sulle auto a basso impatto ambientale che rappresentano il futuro della mobilità sostenibile e ad emissioni zero, soprattutto in una città come la nostra, attanagliata dalle problematiche ambientali”.
LEGGI ANCHE: Magri (Ancma): “Nella Fase 2 incentivate anche moto e scooter”
L’articolo Bonus da 4mila euro per l’acquisto di EV a Terni e Narni proviene da Vaielettrico.

Continua la lettura per Bonus da 4mila euro per l’acquisto di EV a Terni e Narni selezionato da Vaielettrico.it in data 25 April 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *