Tesla tratta con CATL per utilizzare le sue batterie senza cobalto

Share

Tesla starebbe discutendo con CATL per la fornitura di batterie prive di cobalto per le auto elettriche che saranno prodotte all’interno della Gigafactory 3 in Cina. L’indiscrezione molto importante arriva da Reuters che aggiunge pure che le trattative tra le due società sarebbero in fase avanzata. Alcuni giorni fa era emersa la notizia che il costruttore americano aveva stretto un accordo con LG Chem e CATL per la fornitura di batterie per la sua fabbrica cinese.

Adesso arriva un dettaglio ancora più importante. CATL potrebbe fornire alla società di Elon Musk batterie al litio ferro fosfato (LFP) al posto di quelle contenenti nichel-cobalto-alluminio (NCA). Questa scelta sarebbe originata esclusivamente da questioni economiche. Tesla punta a ridurre i costi di produzione delle sue auto elettriche in Cina viste le incertezze di quel mercato. Le soluzioni di CATL prive di cobalto saranno quindi molto più economiche di quelle contenenti questo elemento.

Solitamente, i produttori utilizzano accumulatori al nichel-cobalto-alluminio (NCA) o al nickel-manganese-cobalto (NMC) in quanto garantiscono una migliore densità energetica ed una maggiore efficienza. Trattasi di parametri fondamentali per sviluppare pacchi batterie da utilizzare sulle moderne auto elettriche.Il top gamma più piccolo e pontente sul mercato? Samsung Galaxy S10e, compralo al miglior prezzo da Amazon a 429 euro. CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Continua la lettura per Tesla tratta con CATL per utilizzare le sue batterie senza cobalto selezionato da HDmotori.it in data 18 February 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *