CES 2020 fa il pieno di e-concept, anche Sony si mette in macchina

Share

CES 2020 di Las Vegas mette in scena intriganti suggestioni per il mondo a quattro ruote. L’automobile si sta infatti trasformando sempre più in un contenitore di tecnologie sofisticate. Si sfumano i contorni tra realtà naturale e artificiale, ma anche tra i settori merceologici. Così, a fianco dei concept firmati da marchi come Mercedes e Audi, compare per la prima volta un inedito studio di Sony per la mobilità.
Mercedes Vision AVTR, sci-fi d’autore

Il prototipo del brand tedesco presentato al CES 2020 si ispira apertamente al film Avatar diretto da James Cameron. Non solo a livello formale, ma anche concettuale, tracciando “un’interazione completamente nuova tra uomo, macchina e natura“. La struttura organica fonde armoniosamente la carrozzeria (dalle proporzioni simili a una coupé) nell’abitacolo. L’aspetto più scenografico di questa vettura risiede però nella “Connessione Biometrica“. Al posto del tradizionale volante c’è un’unità di controllo multifunzionale posta al centro della consolle. Il semplice tocco di questo elemento con la mano attiva l’ambiente interno, portando il veicolo a riconoscere il guidatore “attraverso il battito cardiaco e il respiro“.

L’esperienza immersiva del concept si estende ai 33 flap posti sul lunotto posteriore. Ricordano le squame dei rettili e consentono la comunicazione bidirezionale tra il conducente e il mondo esterno.
A fianco degli elementi più fantasiosi, Vision AVTR implementa soluzioni tecniche d’avanguardia legate all’economia circolare. La batteria è composta da celle organiche a base di grafene, prive di terre rare. Secondo Mercedes questo tipo di accumulatore è “compostabile e quindi totalmente riciclabile“. L’abitacolo, invece, presenta una pavimentazione in fibra vegetale di rattan (marchio Karuun) e tessuti vegani Dinamica per le sedute, alternativi alla pelle.
Audi AI:ME, l’utente al centro 

La citycar della Casa dei Quattro Anelli ritorna al CES 2020 come laboratorio digitale e intelligente. Il costruttore definisce il concept “il terzo spazio da vivere” a fianco di abitazioni e posti di lavoro, in grado di riconoscere e assecondare desideri e bisogni degli utilizzatori.
Proprio la tecnologia eye tracking consente una connessione immediata tra gli occupanti e l’automobile, arrivando a ordinare le pietanze preferite. D’altronde il sistema Audi Intelligent Experience nasce con l’intento di costruire un pacchetto di servizi su misura, dalle preferenze di navigazione alla posizione dei sedili, fino alla temperatura dell’ambiente e alle fragranze.

Molto importante è anche la qualità d’infotainment a bordo. Gli occhiali Google VR aprono orizzonti d’evasione dallo spazio dell’auto, dando l’opportunità di “compiere un volo attraverso uno spettacolare panorama di montagna“.
Ulteriori contenuti multimediali sono disponibili attraverso il grande monitor tridimensionale OLED, parzialmente implementato nella plancia. Nonostante la grande quantità di tecnologia, l’abbondanza degli inserti in legno e le forme morbide dei cuscini generano un luogo “nomade” ma allo stesso tempo accogliente.
Sony Vision S e l’ecosistema di sensori

La grande sorpresa della multinazionale giapponese per il CES 2020 è un’imponente sedan (dimensioni 4.895 mm x 1.900 mm x 1.450 mm) dalle linee classicheggianti e aerodinamiche. Difficile non riscontrare una certa somiglianza con i prodotti Tesla e Lightyear (leggi qui). L’aspetto di un’automobile tradizionale non deve però mettere in secondo piano l’essenza di questo prodotto. Si tratta di un concentrato con ben 33 sensori distribuiti tra esterni ed interni, come i Lidar allo stato solido e il sistema ToF (Time of Flight). Questi rileva e riconosce la presenza di persone e oggetti nell’abitacolo, offrendo un’infotainment ottimizzato con interfacce intuitive e controlli gestuali. Molto particolare è anche l’impianto “360 Reality Audio“, con cui gli occupanti sono letteralmente avvolti da una cascata di suoni. Per quanto riguarda le prestazioni, Sony dichiara una velocità massima di 240 km/h e uno scatto da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi.
– leggi anche: Fisker ritorna con un Ocean di promesse: le manterrà?
L’articolo CES 2020 fa il pieno di e-concept, anche Sony si mette in macchina proviene da Vaielettrico.

Continua la lettura per CES 2020 fa il pieno di e-concept, anche Sony si mette in macchina selezionato da Vaielettrico.it in data 8 January 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *