Mahindra XUV500: primo contatto su strada con il SUV a 7 posti

Share

L’economia indiana corre (+7% nel 2019) trainata dai Gruppi industriali come Mahindra, ansiosi di stupire il mondo anche nel settore automobilistico, che non è certo estraneo alle dinamiche del mercato globale. Non sorprende quindi che il modello portabandiera del Gruppo Indiano, Mahindra XUV500, sia arrivato già al terzo restyling da quando è sbarcato in Europa nel 2012, per allinearsi ai sempre più elevati standard richiesti dai clienti del vecchio continente. Il SUV a sette posti, assieme a KUV100 e GOA Pik-up, è uno dei tasselli di una gamma destinata ad allargarsi annualmente da qui al 2023. XUV500 è disponibile a due o quattro ruote motrici nell’unica motorizzazione 2.2 TD da 140 cavalli, abbinata al cambio manuale a sei marce. E’ declinato in tre allestimenti, con prezzi che oscillano dai 21.250 euro per la versione d’ingresso W6, fino ai 27.690 euro necessari per acquistare la versione 4WD nel più ricco allestimento W10. Fino a dicembre XUV500 è disponibile in offerta lancio che parte dai 19.990 euro per l’allestimento W6 fino ai 26.640 euro per il W10.

Mahindra XUV500: com’è fatto

Anche se le sue linee sono rimaste pressoché invariate rispetto alla versione pre-restyling, il look di Mahindra XUV500 è stato aggiornato con una nuova mascherina frontale che ha sostituito le bande verticali con piccoli tasselli cromati orizzontali. Ai suoi lati troviamo i nuovi gruppi ottici a doppia parabola con luci diurne a LED multifunzione, sempre incorniciati da cromature presenti anche ai margini della piastra protettiva nella parte inferiore del paraurti. Anche il retro è stato oggetto di modifiche con il nuovo portellone ed i gruppi ottici ridisegnati ora sviluppati anche in orizzontale, come nuovo è anche lo spoiler che si estende alla fine del tetto. Sul profilo laterale spiccano gli aggressivi cerchi in lega da 18″ nero opaco.

prosegui la lettura

Mahindra XUV500: primo contatto su strada con il SUV a 7 posti pubblicato su Autoblog.it 10 luglio 2019 13:00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *