Michael Schumacher 50 anni: la carriera del campionissimo

Share



Da dove cominciamo, nel nostro omaggio a Michael Schumacher che compie 50 anni il 3 gennaio 2019? Saliamo sulla macchina del tempo e torniamo a domenica 8 settembre 1991. Monza, Gran premio d’Italia di Formula 1. Ayrton Senna è avviato verso la conquista del suo terzo titolo mondiale. Ma sulla pista brianzola si trova attardato dopo un cambio gomme. Esce dal box in quinta posizione. Sta per completare il giro, davanti a sè trova la gialloverde Benetton-Ford guidata da un principiante, un giovane tedesco di 22 anni. Quel matto di Flavio Briatore ne ha combinata un’altra delle sue, affidando la macchina ad un ragazzo la cui intera esperienza in F1 è stata la qualifica del GP del Belgio a Spa due settimane prima. E’ vero, ha ottenuto il settimo tempo su una Jordan tutt’altro che competitiva, e pare che non conoscesse nemmeno la pista. Sciocchezze della stampa, senz’altro. Poi un giro fortunato può capitare a tutti. E in gara non ha combinato nulla, si è ritirato al primo giro per un guasto. Strano personaggio, quel Briatore.

Eccentrico, certo. Ma Briatore ha sempre dimostrato di possedere fiuto per il talento (undici anni più tardi avrebbe pescato dal nulla un altro jolly sconosciuto, un certo Fernando Alonso). Se ne rese conto immediatamente lo stesso Senna quel pomeriggio a Monza. Perché quell’esordiente al volante della Benetton, vettura per lui ancora ignota dato che ci era appena salito, arrivato in fondo al rettilineo della Parabolica col campione del mondo che gli riempiva gli specchietti non ci pensò proprio a farsi da parte; invece approfittò della presenza di un doppiato per togliere spazio all’esterno, mentre lui chiuse la porta all’interno, proprio nel punto giusto, non un metro prima né un metro dopo.

Così il velocissimo Senna fu costretto ad attendere. Del resto se dopo 37 giri Michael Schumacher riusciva ancora a difendere la quarta posizione, proprio sprovveduto non doveva essere. Traguardo, prima variante, curvone, Lesmo 1 e 2, Senna ancora dietro. Seccante. Solo in fondo al rettilineo che precede la variante Ascari, il brasiliano riesce a superare quel giovincello irrispettoso, il quale comunque capisce che è il momento di farsi da parte, troppo più veloce la McLaren. Forse Briatore non è così matto, dopo tutto.

prosegui la lettura

Michael Schumacher 50 anni: la carriera del campionissimo pubblicato su Autoblog.it 03 gennaio 2019 09:00.

Pubblicato in Senza categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *