Area C Milano auto ibride: dietrofront, pagamento rinviato

Share

Area C Milano

Clamorosa marcia indietro del Comune: nella famigerata Area C di Milano le auto ibride non dovranno più pagare l’ingresso, almeno fino al 2022. S’intendono le ibride con emissioni di CO2 fra 50 e 74 g/Km, dato riportato sulla carta di circolazione (sotto i 50 g/Km l’accesso sarà gratuito fino al 2030). Mentre nei progetti originali della giunta Sala c’era l’obiettivo di cominciare ad incassare denaro anche sulle ibride già da ottobre 2019. Inoltre viene modificato il bando sui contributi comunali alle imprese, ampliando le categorie di beneficiari e l’ammontare del contributo, per la rottamazione dei veicoli commerciali diesel.

 

Le auto ibride non pagheranno per entrare in Area C a Milano fino al 2022

Area C Milano

Quindi le auto ibride potranno continuare a circolare gratis nell’Area C di Milano fino al 1° ottobre 2022. Formalmente il motivo del rinvio è il seguente, come recita il comunicato comunale: “La proroga per la gratuità di ingresso in Area C tiene conto di una modifica nel sistema di calcolo e di classificazione dei veicoli che fanno seguito ad accordi europei che devono ancora essere introdotti in Italia. La nuova classificazione dei veicoli ibridi dovrà essere riportata sul libretto di circolazione e sarà dirimente per il controllo automatico dei dati di ingresso nella ZTL all’interno della Cerchia dei Bastioni“. Altro non si dice. E’ possibile che ci si riferisca al Regolamento europeo 2018/858 approvato il 30 maggio 2018, un documento di 218 pagine che stabilisce una lunga serie di disposizioni tecniche sull’omologazione dei veicoli in ambito Ue e che comporterà profonde riorganizzazioni nelle procedure degli enti nazionali.

prosegui la lettura

Area C Milano auto ibride: dietrofront, pagamento rinviato pubblicato su Autoblog.it 13 dicembre 2018 11:15.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *