Hyundai Kona EV: il Suv coreano diventa elettrico. Primo contatto

Share

L’ansia da autonomia non dovrebbe essere un problema a bordo di Hyundai Kona EV. L’elettrica coreana alimenta l’offerta in campo Sport Utility Vehicle, assicurando un raggio d’azione che non dovrebbe mettere in affanno. Infatti l’autonomia dichiarata varia dai 312 sino ai 482 chilometri, a seconda della versione di pacco batterie. Numeri che la rendono quasi “normale” agli occhi di un potenziale cliente. Rispetto al resto della famiglia Kona, la EV presenta una serie di modifiche sostanziali, che non si limitano esclusivamente al cambio di meccanica.

Hyundai Kona EV: Come è fatta

L’edizione elettrica di Kona ha disposto un cambiamento di tutto quello che solitamente viene riferito al design. Lo stile è sostanzialmente lo stesso, ma l’assenza di un motore a combustione interna ha consentito di affinare l’efficienza aerodinamica. Ecco perché la calandra anteriore è stata chiusa, non essendo più funzionale al raffreddamento del propulsore. Cambia anche la firma dei fari, tanto che le luci diurne a LED sono state posizionate al di sopra dei gruppi ottici anteriori, anch’essi disponibili a LED. I cerchi in lega da 17”, specifici per questa versione, vantano un design utile a limitare le turbolenza nei pressi della ruota. La mano di designer ed ingegneri ha ritoccato poi le quote di Kona. Tanto che la lunghezza di 4.180 mm della versione elettrica, segna un più 15 mm rispetto a quella con motore a combustione. Pure l’altezza è a favore del modello EV, con un più 20 mm (1570 mm quella totale).

Interni

In abitacolo la volumetria è pressoché la stessa, anche se la presenza del pacco batterie sotto il pianale ha alzato non di poco il pavimento. Un potenziale limite per le persone più alte, perché potrebbero ritrovarsi con le ginocchia ad altezza del petto. Una situazione che si percepisce maggiormente una volta preso posto nelle retrovie.

prosegui la lettura

Hyundai Kona EV: il Suv coreano diventa elettrico. Primo contatto pubblicato su Autoblog.it 26 luglio 2018 15:05.

Pubblicato in Senza categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *