Carlos Ghosn si difende e respinge tutte le accuse

La durezza del regime carcerario giapponese, tra i più severi al mondo, non sembra aver scalfito le convinzioni dell'ex CEO Nissan Carlos Ghosn che continua a proclamare la sua innocenza anche nella sua prima uscita pubblica dopo l'arresto del 19 novembre. “Sono stato accusato indebitamente e e detenuto ingiustamente”. Parole pronunciate durante l' udienza preliminare svoltasi questa mattina alla Corte distrettuale di Tokyo.Il giudice doveva formalizzare lo stato di fermo per il rischio di un occultamento delle prove e la possibilità di fuga dal Giappone. Per Ghosn le accuse restano quelle di non aver dichiarato compensi per un totale di 9 miliardi di yen, circa 80 milioni di dollari tra il 2010 e il 2017, oltre alla contestazione di una serie di illeciti finanziari, tra cui il trasferimento di circa 15 milioni di dollari ad una succursale saudita tra il 2009 e il 2012. Il 31 dicembre la corte distrettuale aveva approvato la richiesta del pubblico ministero di allungare il fermo fino all'11 gennaio e proprio in data l'accusa dovrà decidere se formalizzare una seconda incriminazione per abuso di fiducia.prosegui la letturaCarlos Ghosn si difende e respinge tutte le accuse pubblicato su Autoblog.it 08 gennaio 2019 16:30.