Guida autonoma: come cambieranno gli airbag?

Dall'airbag "pre-crash", per minimizzare del 40% i danni di un impatto laterale, a quelli "dual countour", per proteggere gli occupanti del veicolo nei vari scenari di guida autonoma: il settore della sicurezza in auto è tutt'altro che fermo e le soluzioni portate della tedesca ZF al simposio Airbag 2018 di Mannheim lo dimostrano.Il fornitore di componentistica ed elettronica che collabora con i giganti dell'automotive è alla costante ricerca di soluzioni per migliorare gli standard di sicurezza a bordo dei veicoli. Gli airbag, storicamente, sono uno dei componenti più importanti del pacchetto di protezioni che tutti i brand automobilistici devono integrare su ogni esemplare che lascia la fabbrica.L'airbag "pre-crash" di ZF nasce per fornire una zona laterale di protezione aggiuntiva che può aprirsi immediatamente prima della collisione, grazie ai sensori che rilevano l'avvicinarsi di un oggetto o veicolo a grande velocità verso la fiancata dell'auto. Serve ad assorbire l'urto e a fare arrivare meno forza alla zona di deformazione in caso di incidente. Dai primi test emerge una riduzione della gravità delle lesioni per gli occupanti fino al 40%. Auto elettriche a 5 stelle Euro NCAP: la Jaguar I-Pace prosegui la letturaGuida autonoma: come cambieranno gli airbag? pubblicato su Autoblog.it 10…