Manomissione contachilometri: poche armi per i truffati

In gergo le chiamano "auto schilometrate". Cioè auto usate alle quali viene alterato il contachilometri per poterle rivendere ad un prezzo molto più alto del loro valore reale. Una vera e propria truffa, quindi. La manomissione contachilometri è un fenomeno vecchio quasi quanto il mercato e oggi ha dimensioni molto preoccupanti. Uno studio commissionato dal Parlamento europeo stima un valore di circa 9 miliardi in Europa. In Italia la fetta varrebbe 2 miliardi, tuttavia nel nostro Paese da solo viene venduta circa la metà delle auto contraffatte in tutta l'UE.Questa frode ha successo perché è molto difficile accorgersi della manomissione e perché si basa su una strategia quasi a prova di bomba: il rivenditore disonesto, avendo tra le mani un modello appetibile, ad esempio un'auto premium con molti chilometri percorsi ma pochi anni di età (il caso tipico dei viaggiatori professionali), propone al proprietario una valutazione "generosa" del suo usato, perché sa che alterando pesantemente il contachilometri potrà rivenderla ad un prezzo molto più alto ma ancora competitivo, ottenendo comunque un lucroso profitto; se poi, come spesso capita, l'usato viene ceduto in permuta per l'acquisto di un veicolo nuovo, il guadagno aumenta ulteriormente. E ci guadagna anche il proprietario, il…