Formula 1 GP Brasile 2018: il commento della gara

Pista veloce, curvoni lunghi e saliscendi mortificati dalle telecamere. La Mercedes continua a giocare con la Federazione, che rimanda ancora la decisione non facendo comparire in pista il proprio responsabile tecnico Tombazis, presentando cerchi con fori ancora più grandi.Prove libere e qualifiche tiratissime, Mercedes e Ferrari si giocano il mondiale costruttori, ossia centinaia di milioni di dollari, variabili a seconda degli introiti di tutto il Circus. Comunque, una montagna di soldi. Le due squadre si presentano con i piloti di punta esausti dalla lotta iridata. Hamilton si comporta da padrone del Circus e della pista, rimanendo in traiettoria con Raikkonen e sparando poi sul prato il povero Sirotkin, incolpandolo poi nelle interviste. Follia.prosegui la letturaFormula 1 GP Brasile 2018: il commento della gara pubblicato su Autoblog.it 12 novembre 2018 09:45.