Cinture di sicurezza: le categorie che possono non indossarle

Che le cinture di sicurezza siano tra quei dispositivi fondamentali per garantire l’incolumità dei passeggeri all’interno di un’automobile è fuor di dubbio. Il Codice della Strada è decisamente chiaro a tal riguardo e ne fa menzione guardando l’articolo 172, nel quale ne stabilisce quindi l’obbligatorietà. Non solo, la Legge - com’è noto, punisce anche il mancato utilizzo dei sistemi di ritenuta, attraverso sanzioni specifiche. Le contravvenzioni sono snocciolate al comma 10 del solito articolo 172 e parlano di una multa a partire da 81 Euro - che può però salire fino a 326 Euro. Chi pecca di recidiva, cioè viene pizzicato per la medesima infrazione per due volte in altrettanti anni si porta a casa anche la sospensione della patente, per un periodo minimo di 15 giorni fino ad un massimo di 2 mesi.Fatta questa doverosa premessa, in quest’articolo vogliamo parlarvi di tutte quelle categorie di automobilisti esenti dall’obbligo di dover indossare le cinture di sicurezza. Tali soggetti, in caso di controllo operato dalle forze dell’ordine non incorreranno quindi in alcuna sanzione. A snocciolare le categorie derogate dall’uso delle cinture ci pensa in questo caso il comma 8 che le suddivide tra motivazioni fisiche e professionali. Iniziamo con le prime.prosegui…