Guida autonoma: nasce Virtual Eye Pod, il minivan con gli occhi

L'idea di avere intorno auto che si guidano da sole, spesso percepite come "incontrollate", innesta un certo scetticismo del pubblico nei confronti della guida autonoma. Perciò, se la fiducia tra utenti della strada passa spesso da uno scambio di sguardi di intesa tra pedone e conducente del veicolo, allora anche le auto col pilota automatico – quindi senza conducente fisico a bordo – avranno i loro occhi rassicuranti, per interagire con chi, eventualmente, deve attraversare le strisce.Si chiama Virtual Eye Pod, il prototipo di minivan “con gli occhi” che sembra appena uscito fuori dal film d'animazione Cars: l'idea di base – apparentemente bizzarra, ma che potrebbe spianare la strada (e il cuore delle persone) alla guida autonoma – è del gruppo Jaguar Land Rover, al lavoro da tempo sullo sviluppo della tecnologia in questione, attualmente concentrato a rendere più “umani” questi veicoli. Per tale progetto, ci si è serviti non solo di un team specializzato di ingegneri ma anche di psicologi cognitivi, con il compito di studiare e comprendere al meglio quali siano i comportamenti del veicolo che possono condizionare il pedone.prosegui la letturaGuida autonoma: nasce Virtual Eye Pod, il minivan con gli occhi pubblicato su Autoblog.it 30 agosto 2018 15:00.