Termina il restauro di una fra le Corvette estratte dal buco


E’ terminato nei giorni scorsi il restauro di una fra le Corvette scivolate nel buco apertosi al National Corvette Museum di Bowling Green. L’auto è una ZR1 risalente al gennaio 2008, particolarmente significativa in quanto fu uno dei due esemplari ‘beta’: venne esposta ad inizio 2008 – prima che iniziasse la produzione – ed è soprannominata Blue Devil, nome attribuito ai prototipi in attesa che fosse stabilito quello definitivo (ZR1). La Blue Devil esposta al museo appartiene direttamente a Chevrolet e diventò parte integrante del percorso museale qualche settimana prima del crollo, verificatosi lo scorso 12 febbraio. I responsabili del National Corvette Museum hanno deciso di non privarsene fino allo scorso settembre, quando l’auto è stata riconsegnata a Chevrolet. Il restauro è durato sei settimane ed ha interessato il brancardo lato passeggero, le portiere, il parabrezza, i vetri laterali e la pompa dell’olio, particolari tutti crepati e relativamente facili da sostituire. I tecnici Chevrolet stanno lavorando al momento sugli esemplari ancora recuperabili (una Corvette del 1962 e la Corvette numero 1.000.000), mentre le altre cinque vetture non saranno rimesse in sesto e verranno esposte nelle condizioni in cui sono state recuperate. Queste sono l’esemplare commemorativo per i 40 anni del…